Categoria "FAQ"


C’è una terapia per l’infiammazione della pouch?

L’infiammazione della pouch, cioè del neo retto ricostruito con l’ileo dopo un intervento di proctocolectomia, si manifesta in almeno 1/3 dei casi per motivi che ancora non sono noti. Tale complicanza è invece praticamente assente nei pazienti che subiscono lo stesso tipo di intervento a causa di una poliposi del colon. In circa 2/3 dei[...]
Continua a leggere..


La terapia è diversa in base alla diversa estensione della Colite Ulcerosa?

Di solito l’estensione della malattia ne condiziona la gravità tanto che le forme di coliti severe si verificano nei pazienti con interessamento di tutto il colon o del colon sin. Le forme con localizzazione nel sigma-retto e retto determinano meno effetti sistemici ma possono comunque essere particolarmente resistenti alla terapia. In generale nelle forme più[...]
Continua a leggere..


Nella Colite Ulcerosa è necessaria una terapia dopo l’intervento?

Se viene eseguito, come dovrebbe nella maggior parte dei casi, un intervento di proctocolectomia con anastomosi tra ileo e ano, tutta la mucosa potenzialmente suscettibile alla malattia viene eliminata e quindi non serve più nessuna terapia. A volte, per motivi di tecnica chirurgica, possono rimanere 1-2 centimetri di mucosa del retto, ed in questo caso[...]
Continua a leggere..


Che rischi ha la terapia nella Colite Ulcerosa?

E’ sicuramente più rischiosa una malattia non ben controllata, perché si può assistere ad un’estensione dell’interessamento del colon o addirittura allo sviluppo di una colite severa. La terapia di mantenimento con mesalazina è assai ben tollerata.


E’ necessaria una terapia di mantenimento ?

Una delle caratteristiche della colite ulcerosa è di presentare periodiche riaccensioni (di solito 1-2 volte/anno); solo in una minoranza di casi si assiste a prolungati periodi di quiescenza. E’ opportuna pertanto una terapia di mantenimento con mesalazina perché è dimostrato che riduce significativamente la frequenza e la gravità delle riaccensioni della malattia. Inoltre è stato[...]
Continua a leggere..


Quale è la terapia nella fase acuta della Colite Ulcerosa?

Sulla base di una serie di parametri fondamentali, individuati da circa 50 anni, si distingue l’attività della colite ulcerosa in lieve, moderata e severa (Tabella II). Nelle forme severe è indispensabile il ricovero e la terapia con alte dosi di cortisone e ciononostante in circa 1/3 dei casi può essere necessario un intervento chirurgico d’urgenza.[...]
Continua a leggere..


Ci sono novità nella terapia della Colite Ulcerosa

La cattiva notizia è che non esiste ancora il farmaco in grado di guarire dalla colite ulcerosa. In compenso ci sono diverse buone notizie. Intanto è di molto migliorata la terapia di queste malattie, grazie soprattutto all’adeguato uso del cortisone. E’ ormai assai raro vedere in ospedale pazienti con colite ulcerosa in condizioni di rischiare[...]
Continua a leggere..


C’è una terapia per le fistole?

Nel caso di fistole entero-enteriche (cioè tra diversi tratti dell’intestino), enterovescicali o enterovaginali, di solito la terapia medica, incluso l’infliximab, è di minima efficacia. L’infliximab è estremamente efficace nelle fistole cutanee, anche perianali. Purtroppo è elevata la frequenza di recidiva dopo qualche mese dal trattamento; solo circa 2/3 delle fistole rimangono chiuse continuando l’infliximab.


La terapia è diversa in base alla diversa localizzazione?

Quando si utilizza la mesalazina è fondamentale usare quella con rilascio nella sede dell’infiammazione. Non ci sono differenze se si usa il cortisone tradizionale o l’infliximab o l’azatioprina. Le forme del colon rispondono meglio di quelle dell’ileo alla terapia antibiotica. La malattia perianale risponde solo alla terapia con antibiotici (metronidazolo, cirpofloxacina o entrambi), all’azatioprina e[...]
Continua a leggere..


E’ necessaria una terapia dopo l’intervento?

L’intervento, purtroppo, non è in grado di guarire dalla malattia, che ritornerà prima o poi (in circa il 70% dei casi entro 10 anni), di solito ripartendo proprio dalla sede della resezione. E’ opportuno pertanto riprendere la terapia quanto prima dopo l’intervento, per ridurre il rischio e la gravità della recidiva. Diversi studi, condotti anche[...]
Continua a leggere..



Segreteria Organizzativa

c/o PLS Educational SPA
Via della Mattonaia, 17 – 50121 Firenze
Tel: 055 2462241
Fax: 055 2462270
E-mail: ig-ibd@promoleader.com
C.F. 97398290581